simbolo cristianesimo simbolo cristianesimo
Cristianesimo

Religione a carattere universalistico fondata sull'insegnamento di Gesù Cristo trasmesso attraverso la letteratura neo-testamentaria. È tra le maggiori religioni, con circa 2, 2 miliardi di fedeli in tutto il mondo. Le maggiori confessioni del cristianesimo sono:
La Chiesa Cattolica Romana nel Simbolo apostolico, cioÈ il Credo, si professa "una, santa, cattolica e apostolica". È governata dal Papa, in qualità di vescovo di Roma, successore di Pietro, e dai vescovi in comunione con lui. www.vatican.va
Ortodossia. Una comunione di Chiese cristiane autocefale, erede della cristianità dell'Impero Bizantino, che riconosce un primato d'onore al Patriarca Ecumenico di Costantinopoli (Istanbul). In Italia ci sono tre grandi gruppi affiliati a diversi Patriarcati: La sacra Diocesi ortodossa d'Italia, La Diocesi rumena d'Italia, la comunità legata al Patriarcato di Mosca.
Protestantesimo. Il termine comprende le Chiese che dichiarano un rapporto diretto con la riforma protestante del XVI secolo, sia nella sua espressione luterana che in quella calvinista e, sia pure con una propria fisionomia, anglicana. In Italia questa famiglia confessionale È rappresentata dalla Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi), dall'Unione cristiana evangelica battista d'Italia, dalla Chiesa Evangelica Luterana. Inoltre sono presenti anche Chiese Avventiste e l' Esercito della Salvezza.
Il Movimento Valdese (oggi Chiesa Evangelica Valdese), nasce verso il 1175 in Francia, per opera di un mercante di Lione, Valdés,che decide di lasciare la propria ricchezza ai poveri e vivere in povertà, predicando l'Evangelo al popolo. Nel 1532 verrà sottoscritta l'adesione alla Riforma protestante.
L'Anglicanesimo ebbe origine nel XVI secolo con la separazione della Chiesa Anglicana dalla Chiesa Cattolica durante il regno di Enrico VIII. La Chiesa Anglicana ha giocato un ruolo propulsivo nel movimento ecumenico e nel dialogo interreligioso, comune ormai a tutta la cristianità

MAI PIÙ!

Roma Capitale con il supporto di Religions for Peace Italia ODV ha avviato un'indagine conoscitiva sulla percezione odierna relativa al rastrellamento degli Ebrei del 16 ottobre 1943 e sull'importanza del "Viaggio della Memoria.
Vi invitiamo a partecipare al questionario cliccando su

Compila il questionario

ECRL ( European Council of Religious Leaders) condemns the heinous acts of IS

Agosto 29th, 2014 by

  ECRL condemns the heinous acts of IS 

ECRL supports initiatives taken by Muslim and non-Muslim organisations and individuals to promote human dignity and condemn the cruel acts of the so-called Islamic State.

ECRL observes with pleasure different public action, including demonstrations and statements like the one below from RfP UK.

ECRL was particularly pleased with the demonstration initiated by young Muslim women, gathering thousands of people in Oslo this week.  All leaders of political parties participated, and appeals were made among others by the Prime Minister, one of the female Muslim initiators, bishop of Oslo and other representatives of political parties and Muslim communities.  ECRL adviser Imam Senaid Kobilica was among them.  The demonstration has brought about a major public debate about how to counter terrorism – from wherever it originates.

RfP UK Chapter has on the other hand issued a statement, which ECRL fully supports: 

We, the UK Chapter of Religions for Peace, a multi-religious platform, support the various declarations from Muslim Organizations in UK, in condemning the heinous acts of a deluded group, calling itself the Islamic State.  We deplore their actions against individuals and groups, their cowardly murders of unarmed men, women and children.   We denounce their concept of no freedom, no liberty no justice for anyone other than themselves.  Their actions against humanity cannot be justified by any scripture or have the blessing of the One who has many names.   We remind ourselves of the Vienna Declaration May 2013 of our sister organization the European Council of Religious Leaders: “Freedom of Religion – rights and commitments” in which the Council members pledged:  “We will stand together against threats to the full enjoyment of religious freedom. As religious leaders we recognise a particular obligation to speak out against threats to the religious freedom of others when they come from within our own communities.”   During this difficult period in our world history we need to stand together and show ISIS and their ilk our unity, our humanity. It is time to look beyond our religious and national interests, and confront together this threat to all civilised societies.