simbolo cristianesimo simbolo cristianesimo
Cristianesimo

Religione a carattere universalistico fondata sull'insegnamento di Gesù Cristo trasmesso attraverso la letteratura neo-testamentaria. È tra le maggiori religioni, con circa 2, 2 miliardi di fedeli in tutto il mondo. Le maggiori confessioni del cristianesimo sono:
La Chiesa Cattolica Romana nel Simbolo apostolico, cioÈ il Credo, si professa "una, santa, cattolica e apostolica". È governata dal Papa, in qualità di vescovo di Roma, successore di Pietro, e dai vescovi in comunione con lui. www.vatican.va
Ortodossia. Una comunione di Chiese cristiane autocefale, erede della cristianità dell'Impero Bizantino, che riconosce un primato d'onore al Patriarca Ecumenico di Costantinopoli (Istanbul). In Italia ci sono tre grandi gruppi affiliati a diversi Patriarcati: La sacra Diocesi ortodossa d'Italia, La Diocesi rumena d'Italia, la comunità legata al Patriarcato di Mosca.
Protestantesimo. Il termine comprende le Chiese che dichiarano un rapporto diretto con la riforma protestante del XVI secolo, sia nella sua espressione luterana che in quella calvinista e, sia pure con una propria fisionomia, anglicana. In Italia questa famiglia confessionale È rappresentata dalla Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi), dall'Unione cristiana evangelica battista d'Italia, dalla Chiesa Evangelica Luterana. Inoltre sono presenti anche Chiese Avventiste e l' Esercito della Salvezza.
Il Movimento Valdese (oggi Chiesa Evangelica Valdese), nasce verso il 1175 in Francia, per opera di un mercante di Lione, Valdés,che decide di lasciare la propria ricchezza ai poveri e vivere in povertà, predicando l'Evangelo al popolo. Nel 1532 verrà sottoscritta l'adesione alla Riforma protestante.
L'Anglicanesimo ebbe origine nel XVI secolo con la separazione della Chiesa Anglicana dalla Chiesa Cattolica durante il regno di Enrico VIII. La Chiesa Anglicana ha giocato un ruolo propulsivo nel movimento ecumenico e nel dialogo interreligioso, comune ormai a tutta la cristianità

MAI PIÙ!

Roma Capitale con il supporto di Religions for Peace Italia ODV ha avviato un'indagine conoscitiva sulla percezione odierna relativa al rastrellamento degli Ebrei del 16 ottobre 1943 e sull'importanza del "Viaggio della Memoria.
Vi invitiamo a partecipare al questionario cliccando su

Compila il questionario

Aitzaz Hassan, martire per caso, martire per scelta

Gennaio 11th, 2014 by

Aitzaz Hassan

Aitzaz Hassan,  un ragazzo pakistano di 17 anni , ha dato la vita per bloccare un terrorista suicida che si accingeva a farsi esplodere all’interno della scuola che Aitzan frequentava, in un remoto villaggio del distretto di Hangu nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa. Se non fosse stato bloccato da Aitaz, l’assaltatore avrebbe provocato la morte di centinaia di studenti.

Il padre del ragazzo, Mujahid Ali Bangashd, si è sentito onorato da questo suo figlio che, con un gesto coraggioso,  ha salvato tante giovani vite. Ha detto , fra l’altro, a chi lo intervistava: ” Mio figlio ha fatto piangere sua mamma, ma ha evitato che altre centinaia di mamme piangessero per i loro figli “

Suo cugino, Mudassir Bangash, lo ha descritto come un ragazzo eccellente in tutte le attività extracurriculari ed ha affermato: “Aitzaz era un pò grassottello e noi lo chiamavamo pehlwan (lottatore). Mio cugino voleva diventare un medico, ma non è stato questo il volere divino …”

Rendiamo onore al giovanissimo Aitzaz, che, pur senza diventare medico, ha salvato, con la sua decisione di bloccare un disperato seminatore di morte,  tante vite di suoi  compagni di scuola.

Il suo nome sia benedetto per sempre tra i giusti e tra i martiri per la vita !