simbolo cristianesimo simbolo cristianesimo
Cristianesimo

Religione a carattere universalistico fondata sull'insegnamento di Gesù Cristo trasmesso attraverso la letteratura neo-testamentaria. È tra le maggiori religioni, con circa 2, 2 miliardi di fedeli in tutto il mondo. Le maggiori confessioni del cristianesimo sono:
La Chiesa Cattolica Romana nel Simbolo apostolico, cioÈ il Credo, si professa "una, santa, cattolica e apostolica". È governata dal Papa, in qualità di vescovo di Roma, successore di Pietro, e dai vescovi in comunione con lui. www.vatican.va
Ortodossia. Una comunione di Chiese cristiane autocefale, erede della cristianità dell'Impero Bizantino, che riconosce un primato d'onore al Patriarca Ecumenico di Costantinopoli (Istanbul). In Italia ci sono tre grandi gruppi affiliati a diversi Patriarcati: La sacra Diocesi ortodossa d'Italia, La Diocesi rumena d'Italia, la comunità legata al Patriarcato di Mosca.
Protestantesimo. Il termine comprende le Chiese che dichiarano un rapporto diretto con la riforma protestante del XVI secolo, sia nella sua espressione luterana che in quella calvinista e, sia pure con una propria fisionomia, anglicana. In Italia questa famiglia confessionale È rappresentata dalla Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi), dall'Unione cristiana evangelica battista d'Italia, dalla Chiesa Evangelica Luterana. Inoltre sono presenti anche Chiese Avventiste e l' Esercito della Salvezza.
Il Movimento Valdese (oggi Chiesa Evangelica Valdese), nasce verso il 1175 in Francia, per opera di un mercante di Lione, Valdés,che decide di lasciare la propria ricchezza ai poveri e vivere in povertà, predicando l'Evangelo al popolo. Nel 1532 verrà sottoscritta l'adesione alla Riforma protestante.
L'Anglicanesimo ebbe origine nel XVI secolo con la separazione della Chiesa Anglicana dalla Chiesa Cattolica durante il regno di Enrico VIII. La Chiesa Anglicana ha giocato un ruolo propulsivo nel movimento ecumenico e nel dialogo interreligioso, comune ormai a tutta la cristianità

MAI PIÙ!

Roma Capitale con il supporto di Religions for Peace Italia ODV ha avviato un'indagine conoscitiva sulla percezione odierna relativa al rastrellamento degli Ebrei del 16 ottobre 1943 e sull'importanza del "Viaggio della Memoria.
Vi invitiamo a partecipare al questionario cliccando su

Compila il questionario

500 anni dal Ghetto di Venezia

Marzo 30th, 2016 by

  Il 29 marzo 1516 veniva istituito a Venezia il primo ghetto al mondo

 

In occasione di questo straordinario evento la comunità ebraica ha inaugurato ieri, al teatro La Fenice, un anno intero di eventi culturali e artistici in Italia ma anche a Gerusalemme, negli USA e in Cina, per promuovere la conoscenza di una storia non solo drammatica ma anche di eccezionale fioritura e ritrasmissione spirituale e culturale nei secoli, tale da influenzare profondamente la società e lo sviluppo della civiltà europea e occidentale.

Come affermato dallo storico Simon Schama nella sua lezione magistrale prima del concerto, “se di fronte ai pericoli del nuovo antisemitismo tutti gli ebrei dovessero lasciare l’Europa domani, sarebbe una tragedia prima di tutto per l’Europa stessa”. E anche negli interventi del presidente del World Jewish Congress, ambasciatore Ronald Lauder, dei presidenti dell’UCEI, Renzo Gattegna, e della Comunità ebraica di Venezia Paolo Gnignati, è stata messa in luce l’influenza fondamentale che proprio gli ebrei del ghetto di Venezia hanno favorito per l’Italia, il mondo ebraico e l’Occidente in campo sapienziale, religioso, spirituale, artistico, civile.

Alla serata e concerto inaugurale hanno preso parte anche la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, il rabbino capo di Venezia rav Shalom Bahbout e il sindaco Luigi Brugnaro. I prossimi eventi vedranno l’inaugurazione della mostra a Palazzo Ducale “Venezia, gli Ebrei e l’Europa. 1516-2016” e il restauro del Museo Ebraico.