L’estremismo jihadista fa strage a Mogadiscio

Un’autobomba esplosa in un sobborgo di Mogadiscio, capitale della Somalia, ha causato oltre 90 morti, tra i quali molti studenti, e centinaia di feriti. Si tratta del peggior attacco degli ultimi anni. L’organizzazione integralista Al Shabaab, cellula somala di Al Qaeda , ha rivendicato la responsabilità dell’attacco.

Mentre esprimiamo la solidarietà al popolo somalo e preghiamo per le vittime ed i loro familiari ed amici, facciamo appello alle istituzioni internazionali a non trascurare la difficile situazione nella quale versa il paese ed intervenire adeguatamente.

Ma facciamo appello anche alle comunità religiose affinché affrontino insieme i fattori di rischio che spingono all’orgoglio, al settarismo ed alla violenza in nome della religione, attraverso l’insegnamento e l’esempio.