MYANMAR : Rohingya, prima visita di Aung San Suu Kyi nel Rakhine

La Signora visiterà Maungdaw e Buthidaung. La leader democratica è accompagnata da Zaw Zaw, importante figura nei progetti per lo sviluppo e la ricostruzione della regione. Incontro con i giovani dei gruppi etnici locali.

Sittwe (AsiaNews/Agenzie) – La leader birmana Aung San Suu Kyi, si è recata questa mattina nello Stato occidentale di Rakhine. È la sua prima visita ufficiale nel teatro delle recenti violenze etniche che hanno causato l’esodo di oltre 600mila musulmani Rohingya in Bangladesh. “Il consigliere di Stato [titolo ufficiale della Signora, ndr] è ora a Sittwe e andrà anche a Maungdaw e Buthidaung. Sarà il viaggio di un giorno”, ha dichiarato alla stampa il portavoce del governo Zaw Htay.

Nel suo inatteso viaggio, Aung San Suu Kyi è accompagnata da Zaw Zaw, importante uomo d’affari birmano che ricopre un ruolo prominente nei progetti varati dal governo per lo sviluppo e la ricostruzione della regione. Egli è uno dei finanziatori della Union Enterprise for Humanitarian Assistance, Resettlement and Development in Rakhine (Uehrd), iniziativa guidata dalla leader democratica Aung San Suu Kyi, con cui governo di Naypyitaw si impegna ad attuare le direttive della Commissione consultiva condotta da Kofi Annan.

Aung San Suu Kyi ha affidato all’iniziativa governativa tre compiti principali: il rimpatrio e la fornitura di aiuti per coloro che sono fuggiti in Bangladesh; il reinsediamento e la riabilitazione dei rimpatriati, a prescindere dalla loro razza e religione; la promozione della pace e lo sviluppo nella regione. A tal proposito, per mezzo del portavoce Zaw Htay, ieri il governo birmano ha accusato il Bangladesh di ritardare l’inizio del processo di rimpatrio dei Rohingya, dal momento che Dhaka non ha ancora fornito un elenco ufficiale dei profughi.

I piani di assistenza umanitaria del governo sono stati discussi durante l’incontro di 30 minuti che la leader democratica ha tenuto a Sittwe con giovani rappresentanti dei gruppi etnici Arakanesi, Mro, Khami e Diagnet. Dopo la riunione, Aung San Suu Kyi si è recata presso le municipalità di Buthidaung e Maungdaw, epicentri degli scontri dello scorso 25 agosto. Fonti locali riportano che la Signora incontrerà anche esponenti della comunità Rohingya.

Articolo di Asianews.it