STRAGE DI BARCELLONA. il 27 Agosto ricorderemo le vittime della crudeltà jihadista

Risultati immagini per foto strage barcellona
Ancora una volta vite distrutte con una modalità spaventosa lungo la Rambla di Barcellona. La vittima più giovane è un bambino spagnolo di tre anni. Tre nostri connazionali sono rimasti uccisi: Luca Russo, Bruno Gulotta e Carmen Lopardo. Centrotrenta sono stati i feriti di 35 diverse nazionalità.

A quale punto di disumanità e crudeltà si può arrivare, quando l’ebbrezza ideologica, in questo caso di matrice religiosa, s’impossessa della mente e del cuore umano …

E questo non riguarda soltanto gli esecutori della strage, spesso giovani frustrati ed incattiviti per le più svariate ragioni, ma anche e forse soprattutto gli strateghi, gli apologeti ed i predicatori di odio che hanno fatto della religione qualcosa di orribile e del Nome Divino un lugubre grido di morte.

In risposta a tanta malvagità, invitiamo gli appartenenti di tutte le tradizioni religiose e le persone di buona volontà ad incontrarsi il prossimo 27 Agosto per meditare e pregare per la pace, ed in particolare per i familiari e gli amici delle vittime di Barcellona, nonché per i feriti e per le loro famiglie.

La nostra preghiera non dimenticherà, d’altra parte, quanti cedono a tragiche illusioni stragiste; essi, oltre a seminare morte ed immane dolore, bruciano la loro vita per disegni perversi quanto fallimentari.

A Roma ci riuniremo, persone di varie religioni, come ogni mese, il prossimo 27 Agosto, presso il Monastero di San Gregorio al Celio, alle ore 21, per un momento di meditazione e preghiera, in unità di intenti con quanti saranno impegnati in incontri analoghi ad Assisi ed in altre località, non solo in Italia.