Pakistan, attentato kamikaze in un parco di Lahore dove i cristiani festeggiavano la Pasqua

attentato in Pakistan

Un gruppo talebano rivendica la strage: “Obiettivo erano i cristiani“. Il luogo era gremito di famiglie che festeggiavano la Pasqua. Le vittime sono soprattutto donne e bambini: 72 i morti,  dei quali 30 bambini, ed oltre 300 i feriti.

Non restiamo indifferenti a queste tragedie, frutto della miscela esplosiva di estremismo abusivamente religioso da una parte e squilibri nelle relazioni internazionali dall’altra, in un mondo nel quale il consumismo materialista attrae con le conquiste della tecnologia ma  nello stesso tempo svuota sul piano spirituale, esasperando paure e violenze.

Ciascuno metta a disposizione la goccia di bene che può offrire per dissetare questo nostro mondo che ha bisogno di recuperare fiducia, speranza e rispetto per la vita.