In Indonesia l’incontro dei giovani dai significati interreligiosi: i cristiani sostengono il governo nel contrasto del radicalismo islamico

Il sultano che suona l’othok-othok e inaugura la «Gmg asiatica»

Il sultano Hamengku Buwono X, governatore di Yogyakarta, suonando l’othok-othok – strumento musicale della tradizione giavanese – apre ufficialmente la manifestazione: in questa pregnante immagine sta tutto il significato dell’Asian Youth Day, la «Giornata della Gioventù asiatica», la kermesse organizzata dalla Federazione delle conferenze episcopali dell’Asia che per una settimana riunisce i giovani cattolici da ventidue nazioni del continente per le strade di Yogyakarta, città sull’isola indonesiana di Giava. Continue reading

Il Segretario Generale dell’ONU, António Guterres, lancia il primo piano d’azione per i leaders religiosi per prevenire l’incitamento alla violenza

 

The first ever action plan specifically designed to enable religious leaders to prevent incitement to violence – the Plan of Action for Religious Leaders and Actors to Prevent Incitement to Violence that Could Lead to Atrocity Crimes – will be launched today by Secretary General António Guterres at a meeting at United Nations Headquarters in New York. Continue reading

Storico Trattato Internazionale per bandire le armi nucleari adottato dalle Nazioni Unite

 

L’aspirazione della stragrande maggioranza degli abitanti della terra ha trovato risposta nel trattato per il bando delle armi nucleari approvato all’ONU.  Nonostante la tragica illusione rappresentata dalla fiducia dei “potenti” nell’uso della forza per sottomettere gli altri e “controllare” il corso della storia a vantaggio di una ristretta minoranza, questo trattato ha un significato di grande portata per arginare quanti temono ossessivamente per la propria vita e banalizzano quella degli altri. 

Continue reading

Sosteniamo RELIGIONS FOR PEACE ITALIA per favorire dialogo e coesistenza pacifica

Image

 

Accanto alle organizzazioni internazionali ed insieme a molti altri movimenti, Religions for Peace vuole operare per promuovere , all’interno della nostra umanità , una convivenza pacifica e giusta fondata sul rispetto reciproco e su una migliore ripartizione delle risorse della terra, mediante un impegno di educazione alla pace e al dialogo, la diffusione di ideali di fraternità e di riconciliazione, la promozione del disarmo nucleare e della collaborazione fra i popoli. La sua specificità è quella di perseguire tali fini utilizzando i mezzi spirituali propri delle religioni.

E’ un movimento multireligioso in quanto ad esso partecipano in piena uguaglianza persone che provengono dalle grandi tradizioni religiose del mondo (Baha’i, Buddismo, Cristianesimo, Ebraismo, Giainismo, Induismo, Islam, Sikh, Zoroastrismo, Taoismo, Shintoismo ed altre tradizioni locali), nel rispetto delle convinzioni di ognuna, per mettere a frutto la saggezza spirituale delle diverse fedi religiose e far crescere la fiducia reciproca fra gli uomini nella ricerca della pace e della giustizia.

La convinzione di partenza è che laddove si realizza un’autentica apertura alla dimensione spirituale nasce anche una sincera condivisione fra gli uomini, riconoscendo che in tutte le tradizioni religiose esistono insegnamenti di rispetto per la vita e di benevolenza che spingono alla fraternità e alla solidarietà.
Tra le numerose attività svolte in vari settori da Religions for Peace in Italia vi è la pubblicazione dei CALENDARI, ovvero un calendario al plurale con le festività di tutte le tradizioni e citazioni provenienti dalle varie scritture e da autori che vi fanno riferimento.

Anche quest’anno “oseremo” per l’ottavo anno consecutivo elaborare e pubblicare questo tipo originale di calendario, nonostante la scarsezza dei nostri mezzi materiali. Pertanto conteremo sulla generosità dei simpatizzanti e sulle quote di tesseramento degli iscritti, che sollecitiamo a rinnovare l’iscrizione ora che siamo configurati come ONLUS.

**************************************************************************************************************************************

IBAN : IT47V0311103226000000000062
intestato a RELIGIONS FOR PEACE ITALIA ONLUS